Partecipa con la tua opinione ×

Radiologia San Filippo Neri

L’Unità Operativa Complessa di Radiologia San Filippo Neri situata al padiglione C piano seminterrato, gestisce tutta l’attività di diagnostica per  immagini dell’Ospedale supportando le esigenze diagnostiche dei Pazienti ricoverati, di quelli presi in carico dai medici del P.O.,  dei pazienti inseriti nei percorsi diagnostico terapeutici della ASL e fornisce un valido contributo per le esigenze del territorio e della prevenzione secondaria con i programmi di screening.
È dotata di un sistema informatizzato, denominato RIS-PACS, che supporta il lavoro nella sua complessità e in particolare la trasmissione di tutte le immagini, le quali vengono:      

  • archiviate su memoria computerizzata;
  • visualizzate su computer per la  refertazione da parte dei medici radiologi;
  • inviate e visualizzabili su computer nei vari Reparti e Ambulatori in tempo reale, unitamente ai referti, evitando così l’utilizzo delle pellicole radiografiche e dei referti cartacei all’interno dell’Ospedale, con ottimizzazione dei tempi di risposta alle prestazioni richieste.

Il sistema collega la Radiologia non solo con tutte le Unità Operative cliniche dell’ospedale San Filippo Neri ma anche con altri presidi ospedalieri della ASL.
Le immagini sono anche disponibili per la pronta visualizzazione anche su terminali localizzati nelle varie sale operatorie. Il sistema informatico RIS-PACS gestisce inoltre: 

  • le richieste di esami provenienti dai terminali dei vari reparti e ambulatori 
  • la programmazione degli esami su agende elettroniche- l’accettazione degli esami
  • la connessione con gli altri sistemi computerizzati operanti nell’ospedale, riducendo errori e allungamento dei tempi di inserimento dei dati anagrafici.

Nel prossimo futuro sarà possibile per i pazienti ambulatoriali ricevere direttamente presso la propria mail con modalità ancora da organizzare, risposte ed immagini di accertamenti diagnostici da inviare direttamente al proprio medico curante. 

Tutte le apparecchiature sono regolarmente sottoposte a periodici controlli di qualità certificati. Inoltre, sono state istituite tutte le procedure concernenti la Privacy a tutela sia di pazienti degenti che degli pazienti ambulatoriali.

Organizzazione Attività

Le prestazioni Ambulatoriali esterne disponibili sono prenotabili tramite CUP regionale (RECUP), con prescrizione del Medico di Base, e sono prevalentemente esami di Radiologia Convenzionale ed Ecografia. 

Caratteristiche e Attività
L’attività è suddivisa in due aree principali una di diagnostica e una di terapia, denominata Radiologia Interventistica.

Radiologia Diagnostica
Il livello tecnologico delle varie apparecchiature in dotazione alla UOC consente di eseguire tutte le principali e più attuali prestazioni diagnostiche, con validi risultati qualitativi e quantitativi, per i Pazienti Degenti e “Assunti in carico”:

  • 1 TC 64 strati 
  • 1 Rm 1,5 tesla
  • 2 ecografi 
  • 1 ortopantomografo
  • 3 apparecchi di Radiologia tradizionale

Organizzazione e Caratteristiche Attività

L’attività è orientata sia alla diagnostica di base sia alla diagnostica avanzata di tipo cardiologico, vascolare, neurologico.
In particolare i campi di diagnostica specialistica, in stretta collaborazione con le UO cliniche, sono:

  • Oncologico, mediante l’integrazione delle varie metodiche e utilizzo di protocolli condivisi con le UO cliniche a indirizzo oncologico. La UOC è direttamente inserita nell’organizzazione dei Percorsi diagnostico Terapeutico assistenziali (PDTA) della ASL Roma 1 come ad esempio per il tumore della mammella, del colon-retto, del polmone, ecc.

  • Pneumologico,  Studio TC ad Alta Risoluzione delle malattie polmonari quali: enfisema, bronchiectasie e interstiziopatie. La UOC è inserita nel PDTA della Broncopatia cronico ostruttiva.
  • Gastroenterologico, studi integrati con varie tecniche di fegato, colecisti e vie biliari, pancreas, intestino tenue e colon, tra cui Colonscopia Virtuale con TC che rappresenta anche lo studio  di secondo livello nello screening per il tumore colon-retto laddove sia non indicata o incompleta la colonscopia ottica.Nefro-Urologico, mediante studio RM e Angio-RM dei reni e delle arterie renali nell’Ipertensione Arteriosa Nefrovascolare
  • Ginecologico, dell’Infertilità femminile
  • Endocrinologico, es: Ecografia e biopsia con ago sottile della tiroide
  • Cardiologico, mediante cardioTC per studio delle coronarie, CardioRM per studi morfologici e funzionali
  • Osteoarticolare, es: Ecografia dell' Anca Neonatale, per lo screening della lussazione congenita dell’anca (LCA)

Vengono inoltre effettuati: Agoaspirati e Biopsie, con ago sottile e con la guida di Ecografia e TAC, per valutazione citologica ed istologica li lesioni di vari organi

Radiologia Interventistica

La Radiologia Interventistica è una branca specialistica caratterizzata da una serie di procedure terapeutiche mini-invasive, indicate sia per patologie benigne che neoplastiche e che vengono eseguite in alternativa o come complementari alle tradizionali terapie chirurgiche o farmacologiche.

Tra gli altri aspetti da sottolineare, oltre alla minima invasività, va menzionata la netta riduzione dei tempi di degenza, essendo possibile in alcuni casi applicarle in regime di Day Hospital o Ambulatoriale. Tutte le procedure prevedono l’utilizzo di aghi e piccoli cateteri che vengono introdotti attraverso la cute, per cui vengono definite “per-cutanee”, in una vena o arteria superficiale nel sistema circolatorio o direttamente nell’organo da trattare, senza praticare incisioni (“tagli”) di tipo chirurgico; inoltre sono eseguite con anestesia locale e/o in alcuni casi con lieve sedazione farmacologia, senza ricorso ad anestesia generale nella quasi totalità dei casi.

Le procedure vengono eseguite nel reparto di Radiologia, in sale predisposte per la sterilità così come le sale operatorie chirurgiche, da un operatore medico Radiologo in equipe con Infermieri e Tecnici della Radiologia, in quanto è necessario l’impiego delle stesse apparecchiature utilizzate per gli esami diagnostici (Angiografia Digitale, TAC, Ecografia), che in questo caso consentono al medico Radiologo Interventista di guidare e controllare in tempo reale l’introduzione e l’avanzamento degli aghi e dei cateteri che vengono utilizzati.

Si sottolinea che l’attività di Radiologia Interventistica è rivolta esclusivamente a Pazienti in regime di ricovero anche inviati da altri Ospedali e, solo per alcune procedure, in regime di DH e Ambulatoriale per i Pazienti interni assunti in carico dalle varie Unità Operative dell'Ospedale Filippo Neri.

Il servizio è l’unico nella ASL Roma1 disponibile nelle 24 ore con equipe in pronta disponibilità, anche notte e festivi. Nel centro vengono eseguite più di 2000 procedure di angio-interventistica l’anno.

Le più frequenti procedure terapeutiche sono:

  • Angioplastica Percutanea Transluminale (PTA) , Posizionamento di Stent vascolari metallici e Trombolisi, le quali rappresentano tecniche “non chirurgiche” di trattamento della patologia vascolare stenotica e ostruttiva delle arterie carotidi, delle arterie viscerali (es.arterie renali) e delle arterie periferiche (es. degli arti inferiori), ecc.
  • Termoablazione Percutanea con Radiofrequenza di neoplasie epatiche, polmonari, renali, ecc.
  • Chemioembolizzazione di neoplasie primitive e metastatiche epatiche;
  • Embolizzazione di malformazioni artero-venose e angiomi
  • Embolizzazione di fibromi dell’utero
  • TIPS (Derivazione porto-cavale percutanea transgiugulare) per il trattamento dell’Ipertensione Portale e delle sue gravi conseguenze quali emorragie gastro-esofagee irrefrenabili e ascite intrattabile, spesso causate da avanzati stati di cirrosi epatica; la procedura, pur complessa, viene eseguita senza anestesia generale, mediante semplice incannulamento di una vena giugulare ed evita l’intervento chirurgico gravato da un elevato tasso di mortalità
  • Scleroembolizzazione Percutanea del varicocele maschile e femminile
  • Vertebroplastica e Cifoplastica Percutanee per il trattamento non chirurgico delle fratture vertebrali traumatiche, dei crolli vertebrali nell’osteoporosi o in altre patologie
  • Drenaggio e Endoprotesi Biliare Percutanei Transepatici nelle patologie ostruttive delle vie biliari
  • Drenaggio Percutaneo di ascessi e raccolte fluide toraciche e addominali
  • Nefrostomia Percutanea nel trattamento della patologia ostruttiva delle vie urinarie
  • Posizionamento di Filtri Cavali definitivi e rimovibili nella malattia tromboembolica

Alla UOC di radiologia San Filippo Neri sono aggregate tre Unità Operative Semplici:

Senologia Diagnostica:
Padiglione D -  piano terra
Screening della mammella Padiglione C piano  - 1  

istituita per garantire una gestione unitaria del processo clinico-strumentale delle lesioni mammarie. Con la razionalizzazione e l'ottimizzazione delle strutture e delle apparecchiature esistenti, e con l'integrazione funzionale degli accertamenti clinici e strumentali necessari per una corretta diagnosi precoce,  la Senologia offre un percorso diagnostico interdisciplinare e rappresenta al San Filippo Neri la Breast Unit Aziendale. È inserita nel programma di screening regionale. È dotata di una sala riunioni utilizzata negli incontri multidisciplinari della breast-unit e condivisa per i programmi di formazione con le altre componenti della UOC. L’equipe medica si dedica alla Senologia dal 1992, ed esegue tutte le indagini diagnostiche che comprendono:

  • Visita senologica, mammografia 
  • Ecografia mammaria
  • prelievi con ago (con prelievo citologico o istologico con guida sterotassica o ecografica)
  • "Reperage" preoperatorio di lesioni non palpabili 
  • Galattografie 
  • RM della mammella
  • Mammotome. 

Le apparecchiature in uso sono di ultima generazione (con controlli periodici di qualità certificati), con emissione di basse dosi di radiazioni. In particolare, dispone di due mammografi digitali di cui uno dotato di  tomosintesi. La refertazione avviene su monitor ad altissima definizione, e si dispone di due ecografi di ultima generazione dedicati  alla diagnostica senologica e di un tavolo per prelievi istologici con mammotome sotto guida stereotassica
Il "mammotome" consente prelievi di frustoli di tessuto che permette, nella maggioranza dei casi, una diagnosi certa , evitando così interventi chirurgici a scopo diagnostico.

Le donne che si affidano alla struttura eseguono un esame mammografico integrato sempre da un colloquio e da una visita senologica da parte del medico radiologo. In tale sede si valuterà la necessità di un completamento ecografico. Se necessario tali indagini saranno completate da un esame ecografico. Le donne al disotto dei 35 anni in assenza di sintomi clinici, eseguiranno una visita senologica e un esame ecografico. Successivamente il medico comunicherà il risultato delle indagini e consegnerà subito il referto con il programma per i controlli successivi.
L’alto grado di specializzazione che nasce dalla stretta collaborazione tra l’equipe medica senologica, la UOC di Anatomia Patologica, la UOC di Chirurgia Generale e Oncologica, la UOC di Oncologia e la UOC di Radioterapia, garantisce alla donna affetta da patologia mammaria una completa assistenza diagnostica e terapeutica con l’ausilio di protocolli ottimali oramai collaudati.
L’agoaspirato mediante ago sottile, eseguito prevalentemente sotto guida ecografica, è una indagine semplice, minimamente invasiva, che consente nella maggioranza  dei casi una diagnosi di certezza.
Nei casi ancora dubbi e quando è necessaria una diagnosi istologica, vengono eseguiti prelievi di frustoli di tessuto, mediante il TRU-CUT ed il MAMMOTOME, che sono metodiche più invasive dell’agoaspirato ma consentono diagnosi più accurate e complete evitando la biopsia in sala operatoria.
Il TRU-CUT consente di eseguire prelievi istologici con ago da 18 o 14, mentre il MAMMOTOME utilizza aghi da 11 G. Entrambe consentono un prelievo di una quantità di tessuto mammario più abbondante di quella prelevata con l’agoaspirato sufficiente al patologo per formulare una diagnosi istologica definitiva. Sul seno della donna rimarrà solo una piccola cicatrice inferiore al centimetro.
La RM della Mammella è ormai divenuta una valida procedura di supporto alla mammografia ed all’ecografia e come tale viene utilizzata. Esistono infatti delle specifiche indicazioni alla metodica, che viene quasi sempre eseguita con mezzo di contrasto (Gadolinio), e che risulta essere veloce (circa 20 minuti d’esame dalla preparazione della paziente) e confortevole. 
Le principali indicazioni alla RM della Mammella sono:

  • stadiazione dell’estensione di un tumore mammario diagnosticato alla biopsia;
  • valutazione di eventuale recidiva di malattia su cicatrice;
  • estensione del tumore prima e dopo chemioterapia;
  • procedura di ausilio nelle pazienti con seno denso ed alto rischio per tumore della mammella.

Tutte le richieste per RM della mammella vengono vagliate dai Radiologi della Senologia onde evitare esecuzione di esami inutili.

Neuroradiologia: in stretta collaborazione con le Unità Operative cliniche di Neurologia e Neurochirurgia, svolgendo attività di diagnostica, e di terapia mediante procedure di Neuroradiologia  Interventistica.
Apparecchiature e Attività Diagnostica

  • TC Multidetettore (64-slice), per esami standard ed Angio-TC, collegata a consolle di elaborazione per ricostruzioni tridimensionali (3D, MIP, VR)
  • Risonanza Magnetica di ultima generazione in grado di eseguire esami morfologici di elevata qualità e studi avanzati Angio-RM, di Diffusione, Perfusione e Funzionale.

Tra le attività diagnostiche svolte nell’ambito della Radiologia vi sono inoltre la valutazione dell’encefalo neonatale mediante Ecografia Cerebrale Transfontanellare e Intraoperatoria, durante interventi di Neurochirurgia dell’encefalo e del midollo spinale.

Terapia Neuroradiologica

Le procedure attività di Neuroradiologia Interventistica, effettuate in pochi centri a livello nazionale, per le ampie conoscenze tecnico cliniche necessarie da parte degli operatori rappresentano in alcuni casi una valida alternativa alla chirurgia o l'unica possibilità terapeutica in lesioni di difficile accesso neurochirurgico.
Gli interventi eseguiti sono:

  • Embolizzazione di aneurismi cerebrali con spirali
  • Stenting vasi intracranici per aneurismi, dissezioni, stenosi
  • Embolizzazione malformazioni arterovenose cerebrali/midollari (MAV) e di fistole arterovenose meningee
  • Embolizzazione preoperatoria dei meningiomi
  • Trattamento trombolitico locoregionale delle ostruzioni arteriose.

Radiologia d’urgenza: ha il ruolo di offrire ai pazienti che si rivolgono al Pronto Soccorso del San Filippo Neri  il servizio di diagnostica per immagini. Risponde anche alle esigenze di esami diagnostici urgenti che vengano dai reparti di degenza del P.O. È attiva 24 ore su 24.
Si avvale di apparecchiature dedicate:

  • 1 TC a 64 strati
  • 1 Ecografo
  • 1 Apparecchio Radiologico digitale
  • Per gli esami RM urgenti viene utilizzata la macchina in dotazione al piano -1 della Palazzina C.

Il servizio si avvale dell’attività di personale infermieristico e tecnico dedicato.
Ogni anno vengono eseguiti mediamente in urgenza circa 45.000 esami.  
Tutto il personale Medico afferente alla UOC partecipa secondo le proprie competenze ai turni dedicati all’urgenza. Si eseguono tutte le principali indagini necessarie per una  diagnostica rapida al fine di indirizzare il Paziente ad un altrettanto rapido trattamento o inserirlo in adeguato percorso (PDTA) per la gestione della sua problematica di salute.

contatti chiudi dettagli apri dettagli

Direttore dott. Enrico Pofi
enrico.pofi@aslroma1.it

CPSE Graziella Mancini
telefono front-office: +39 06 3306 2332 
                                 +39 06 3306 2244

Coordinatori TSRM:
Gilberto Murzilli
Domenica D'Ottavio

 

equipe medica chiudi dettagli apri dettagli

V. GIULIANI
D. KONDA
P. LANNA
R. MARCELLO
V. M. MARINO
S. MATTEUCCI
D. PANTOLI
V. PASQUALINI
A.PEROZZI
A.RIGHI
F. SODANI
L. STEFANETTI
F. TRIPPA
F. VENDITTI
A.R VOLPE

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.