pubblicata il 3 Giugno 2019

Ospedale Amico delle Donne Migranti. La salute non ha Etnia

 

Nella giornata del 30 maggio 2019, presso il Salone del Commendatore (Borgo Santo Spirito, 3) si è tenuto l'evento dedicato all'iniziativa "Ospedale Amico delle Donne Migranti. La salute non ha etnie". L'incontro è stata una bella occasione per ripercorrere il percorso di formazione ed inclusione che ha visto coinvolti i reparti e il personale di Ginecologia e Ostetricia degli ospedali San Filippo Neri e Santo Spirito in Sassia e dei due consultori presenti sul nostro territorio. 

Il percorso nasce dalla collaborazione tra ASL Roma 1, la Fondazione Tim e il Progetto Integra con l'obiettivo di facilitare l’accesso e l'utilizzo dei servizi sanitari, ospedalieri e territoriali da parte delle donne migranti, attraverso il ricorso a procedure innovative e alla creazione di una rete di accompagnamento e di supporto.

"Un progetto - ha dichiarato il Direttore Generale della ASL Roma 1, dr. Angelo Tanese - che favorisce la corretta presa in carico della domanda di salute delle donne migranti che si rivolgono ai nostri servizi. L'Azienda vuole favorire una visione di servizio pubblico inclusiva e accogliente".

I lavori sono stati aperti, dal Direttore Generale dr. Angelo Tanese e dalla dr.ssa Loredana Grimaldi, Direttore Generale Fondazione TIM, per proseguire poi con gli interventi dei diversi esperti del settore.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.