pubblicata il 30 Novembre 2018

Contro i “Pregiudizi” e oltre le fake news: presentati i “Quaderni del SaMiFo”

 

Si intitola “Pregiudizi” l’edizione 2018 dei “Quaderni del Samifo”, pubblicazione nata dalla collaborazione tra il Centro di Salute per Migranti Forzati (SaMiFo) della ASL Roma 1 e Centro Astalli (Servizio dei Gesuiti per i rifugiati in Italia) che porta avanti un ragionamento costante su temi di attualità legati all’integrazione, andando anche oltre le fake news e i luoghi comuni, analizzandoli sia dal punto di vista delle persone migranti che della società italiana. Un’analisi a trecentosessanta gradi che vuole approfondire seriamente il tema in ogni sua sfaccettatura, senza facili scorciatoie o condizionamenti ambigui e fuorvianti. Il secondo numero dei “Quaderni” raccoglie infatti esperienze dirette, riflessioni, ricerche sul capo, spaziando dalla riproduzione al trauma, dalla salute mentale alle mutilazioni.
La valorizzazione e il sostegno da parte della ASL Roma 1 (precedentemente come ASL Roma A) del SaMiFo, nato dalla collaborazione con il Centro Astalli - Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati-JRS, continua da oltre 10 anni con lo scopo di promuovere la tutela dei diritti e della salute dei migranti forzati, favorendo il loro accesso ai servizi, fornendo assistenza sanitaria competente e contribuendo a tenere vivo un dibattito che integrando sociologia e antropologia sia in grado di rispondere a problematiche nuove.

“È giusto che il Servizio Sanitario metta in atto specifiche azioni di tutela della salute dei migranti - commenta Angelo Tanese, Direttore Generale della ASL Roma 1 - per agevolare l’accesso ai servizi, favorire l’individuazione precoce delle condizioni di maggior vulnerabilità e porre un’attenzione particolare alle tematiche di genere. Ma anche dal punto di vista culturale è fondamentale superare i pregiudizi sulle patologie, compreso lo stigma specifico dei disturbi mentali, e i Quaderni del SaMiFo sono un utile strumento di divulgazione di saperi.”

È più che mai urgente una riflessione di ampio respiro sul tema del pregiudizio – continua Padre Camillo Ripamonti, Presidente Centro Astalli - perché si rischia oggi, forse più che in passato, di sentirsi al di sopra, di credere di poterlo governare e soprattutto di dare per acquisite alcune conquiste di civiltà, frutto di un cammino di complessificazione del reale, mentre la comprensione delle dinamiche del pregiudizio non è mai veramente conclusa.

I “Quaderni” sono stati presentati  oggi venerdì  30 novembre alla presenza del  Direttore Generale della ASL Roma 1, Angelo Tanese, del Presidente Centro Astalli - Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Italia, Padre Camillo Ripamonti, presenti Maurizio Bacigalupi, Psichiatra Centro Astalli, Giancarlo Santone, Direttore UOSD Centro SaMiFo ASL Roma 1, Serena Battilomo, Dir. Ufficio Tutela Salute Donna, Ministero della Salute, Clara Caldera, AIDOS, Salvatore Geraci, Direzione Area Sanitaria Caritas, Emilio Vercillo, Psichiatra ASL Roma 1.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.