Dipartimento di Prevenzione


Il Piano aziendale della prevenzione 2014-2018, valido anche per il 2019, coerentemente con il Piano nazionale e regionale, è finalizzato ad affermare il ruolo cruciale della promozione per lo sviluppo della società e della sostenibilità e del contrasto delle diseguaglianze, a porre gli individui e le popolazioni al centro degli interventi, a gestire la sfida costo-efficacia degli interventi e, infine, a perseguire un uso responsabile delle risorse.
Si connota principalmente per:

• interventi più efficaci individuando le priorità, avvalendosi della collaborazione del Dipartimento di Epidemiologia;
• sorveglianza e prevenzione primaria, secondaria, terziaria e quaternaria (volta ad evitare la ipermedicalizzazione);
• promozione della salute e del benessere;
• integrazione tra il Dipartimento di Prevenzione, Distretto ed altre articolazioni territoriali sanitarie e sociali;
• costituzione di gruppi multiprofessionali;
• garanzia di qualità ed omogeneità del servizio.

In tale rinnovato contesto funzionale il Dipartimento di Prevenzione, pur sempre nell’assetto organizzativo delineato dal D.Lgs. n. 502/1992 e s.m.i. e dal DPCM 29.11.2001 (e, segnatamente alle funzioni inerenti la Sanità Pubblica Veterinaria e la Sicurezza Alimentare, dall’Accordo Stato-Regioni n. 46/CSR del 7 febbraio 2013 recepito con DCA n. U503 del 23 dicembre 2012), si connota per essere momento topico nel garantire l’“Assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro” (macrolivello LEA 2017 – Prevenzione collettiva e sanità pubblica; tale macrolivello include anche l’"Area sorveglianza e prevenzione delle malattie croniche” comprendente la promozione di stili di vita sani e i programmi organizzati di screening, sorveglianza e prevenzione nutrizionale) e, quindi, quale principale articolazione di riferimento le cui attività salienti attengono alle aree:

• Vaccinazione e Profilassi Malattie Infettive
• Screening Oncologico
• Veterinaria e Sicurezza Alimentare
• Salute e Sicurezza sui Luoghi di Lavoro
• Salute negli Ambienti di Vita.

Il Dipartimento di Prevenzione si struttura funzionalmente in:

All’interno del Dipartimento di Prevenzione è prevista l’Area Funzionale della Sanità Pubblica Veterinaria e della Sicurezza Alimentare, articolata in:

  •  UOC Sanità Animale
  •  UOC Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione (SIAN)
  •  UOC Igiene degli Alimenti di Origine Animale
  •  UOC Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche.

L’organizzazione e le modalità di funzionamento del Dipartimento di Prevenzione sono disciplinate con apposito regolamento.

Direzione Dipartimento di Prevenzione

Gianfranco Masotti (Direttore f.f.)

Gianfranco Masotti (Direttore f.f.)

UOC Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro (SPRESAL)

Giovanna Manzari (Direttore f.f)

Giovanna Manzari (Direttore f.f)

UOC Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione (SIAN)

UOC Igiene degli Alimenti di Origine Animale

UOC Igiene degli allevamenti e delle Produzioni Zootecniche

UOC Vaccinazioni e Centro Vaccinazioni Internazionali

Antonietta Spadea (Interim)

Antonietta Spadea (Interim)

UOSD Coordinamento Programmi di Screening

UOSD Medicina dello Sport

Romano Franceschetti

Romano Franceschetti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.