SERD Via Fornovo

Centro di riferimento per le dipendenze patologiche dedicato alla cura, alla prevenzione e alla riabilitazione delle persone con problemi derivanti dall'uso/abuso di sostanze psicoattive come droghe o comportamenti compulsivi come il gioco d'azzardo patologico.

 

Come Arrivare chiudi dettagli apri dettagli

Via Fornovo,12 - 00192 Roma
Linee ATAC 87-89-490-982
METRO linea A fermata 'Lepanto'

Orari Prenotazione Pagamento Ticket (CUP) chiudi dettagli apri dettagli

Le prestazioni sono gratuite e non necessitano della richiesta del medico curante.

Modalità accesso: diretto o telefonico

Orario Apertura Presidio chiudi dettagli apri dettagli

UOS Dipendenze:
orario: lun-ven ore 7.00-19.00, sab e festivi ore 7.00-13.00. Alcologia mat e gio ore 13.00-19.00

Ambulatorio Specialistico Gioco Azzardo Patologico (dipendenze senza Sostanza):
orario: lun ore 9.00-13.00 e ore 14.00-18.00, merc-gio e sab ore 9.00-13.00

Centro Consumatori cocaina (VaRCo):
orario: lun-gio e ven 8.00-14.00

Centro per td stranieri (LOST):
orario: lun-ven ore 8.00-14.00, lun e ven 14.00-18.00


 

Contatti chiudi dettagli apri dettagli

UOS Dipendenze:
Tel. +39 06 6835.3075
Fax +39 06 6835.3087

Ambulatorio Specialistico Gioco Azzardo Patologico (dipendenze senza Sostanza):
Tel. +39 06 6835 3075
Fax +39 06 6835.3037

Centro Consumatori cocaina (VaRCo):
Tel. +39 06 6835.3075
Fax +39 06 6835.3088

Centro per td stranieri (LOST):
Tel. +39 06 6835.3075
Fax +39 06 6835.3088
 

Servizi Ambulatoriali chiudi dettagli apri dettagli

Gli interventi e le prestazioni sono erogate a livello ambulatoriale, l'attività di prevenzione é svolta anche nelle scuole ed in altre realtà territoriali.

Attività:

  • interventi di informazione e prevenzione
  • interventi di primo sostegno e orientamento per i tossicodipendenti e per le loro famiglie
  • accoglienza, inquadramento psico-sociale, diagnosi di personalità, ai fini della formulazione di un programma terapeutico il più possibile personalizzato
  • visita medica volta all'accertamento dello stato di abuso, nonchè di dipendenza e alla diagnosi di eventuali patologie concomitanti
  • indagini di laboratorio finalizzate allo screening dell'infezione da HIV, epatiti e patologie correlate alla tossicodipendenza
  • counseling pre e post test HIV
  • trattamento dell'alcol-dipendenza: definizione di un programma terapeutico individuale che preveda l'uso di protocolli farmacologici, interventi socio-riabilitativi, sostegno psicologico, psicoterapia rivolta sia ai pazienti che ai loro familiari e inserimento in gruppi di auto aiuto (AA, AL-ANON, CAT)
  • accoglienza, diagnosi e cura di consumatori primari di cocaina da parte di equipe specialistica, in ambito integrato e distinto dal SerD
  • terapia medica e psicologica integrata e attivazione delle risorse della rete dei servizi sul territorio
  • gruppi psicoterapeutici per pazienti cocainomani e per i loro genitori e familiari
  • collaborazione con centri specialistici per la gestione di patologie correlate alla tossicodipendenza
  • definizione di un programma terapeutico individuale che preveda: l'uso di farmaci sostitutivi, sintomatici, antagonisti; interventi socio-riabilitativi; sostegno psicologico, psicoterapia individuale, familiare, di gruppo finalizzata al superamento del problema della dipendenza, al reinserimento sociale e al recupero dell'equilibrio familiare
  • programmi di sostegno e reinserimento (in accordo con altre strutture del territorio) rivolti a donne tossicodipendenti con particolare riguardo alla tutela della maternità
  • assistenza medica, psicologica e sociale e per tossicodipendenti
  •  programmi di recupero (art. 75, 121 del T.U. 309/90)
  • valutazione delle richieste di affidamento alternativo alla detenzione (art. 90, 94 del T.U. 309/90) e relativa formulazione di programma terapeutico psico-socio-riabilitativo
  • monitoraggio dell'utente
  • adempimento delle procedure finalizzate al conseguimento dei sussidi economici e al riconoscimento dell'invalidità civile
  • avvio a percorsi riabilitativi, semiresidenziali e/o residenziali presso centri diurni e/o comunità terapeutiche
  • coordinamento di attività volte all' assistenza più o meno strutturata a utenti con problemi di abuso o dipendenza da sostanze stupefacenti e/o psicoattive, legali e illegali: centro di accoglienza a bassa soglia per tossicodipendenti, unità di strada per tossicodipendenti, unità di strada giovani, sportelli sociali

Gioco d'azzardo patologico (GAP)

Dal 1° gennaio 2013 il Decreto Balduzzi prevede per i gestori di sale da gioco e di esercizi con offerta di giochi pubblici (scommesse su eventi sportivi - anche ippici - e non sportivi) l'obbligo di esporre, all'ingresso e all'interno dei locali, materiale informativo predisposto dalle AA.SS.LL.
Tale materiale è finalizzato ad evidenziare i rischi connessi al gioco e a segnalare la presenza sul territorio di servizi di assistenza pubblici e del privato sociale, dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate al gioco d'azzardo patologico.
In caso di assenza dell'informativa sul rischio di dipendenza dalla pratica del gioco d'azzardo è prevista una sanzione fino a 50 mila euro.

Ambulatorio Specialistico Dipendenze Senza Sostanza:
Via Fornovo 12: Lunedì 9.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00; Mercoledì, Giovedì e Sabato 9.00 - 13.00


Materiale informativo Gioco d’Azzardo Patologico (G.A.P.)
Decreto Balduzzi

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.